domenica 19 gennaio 2014

Maltempo. Liguria in ginocchio tra frane e sfollati - LA CALABRIA SORVEGLIATA SPECIALE.......????

Maltempo. Liguria in ginocchio tra frane e sfollati

Maltempo. Liguria in ginocchio tra frane e sfollati
 Un fine settimana all'insegna del maltempo è quello che si è abbattuto sul nord Italia ma che presto potrebbe anche espandersi alla zona centro meridionale.
La Liguria è in ginocchio, in quanto è stata la regione più colpita dai rovesci costanti di questi giorni. Moltissime sono state le frane e parecchie persone hanno perso la loro abitazione, in più 200 sono state evacuate in via precauzionale. Molte strade risultano interrotte, come la provinciale 225 nei pressi di Lumarzo e  L'Aurelia tra Ceriale e Borghetto a causa di una frana. E' stata interrotta anche la circolazione ferroviaria, bloccando anche i collegamenti con la Francia, nella tratta Albenga / Diano Marina dopo il deragliamento dell' Intercity 660 avvenuto ieri dopo che un'ulteriore frana ha invaso i binari tra Andora e Cervo San Bartolomeo, risultano feriti rispettivamente uno in codice verde e l'altro in codice giallo i due macchinisti, mentre i 200 passeggeri sono tutti illesi grazie alla ridotta velocità del treno che ha permesso di evitare danni più gravi.
La situazione sta lentamente migliorando, anche se continua a piovere su un terreno che risulta già saturo, continuando a provocare sporadici smottamenti. Risultano anche parecchi comuni isolati, come  quelli di Pigna e Castelvittorio anche se in queste ore le ruspe stanno cercando di aprire un varco per permettere l'arrivo dei soccorsi. Gravi danni risultano anche a varie aziende agricole della zona poichè risultano devastate intere coltivazioni di frutta e verdura. Causa allarme Maltempo è a rischio anche lo svolgimento della gara di campionato Tra Genoa e Inter da disputarsi domani alle ore 15 allo stadio Marassi di Genova, la prefettura sta ancora valutando le misure da adottare.
Il maltempo non si fermerà nemmeno domani al Nord e i meteorologi assicurano che si allargherà nelle prossime ore anche al Centro-Sud soprattutto tra Lazio, Campania, Puglia, Sicilia e Calabria.
video

video

video

video

Genova - La Protezione Civile della Regione Liguria ha emanato lo stato di allerta 1 sulla parte costiera del levante savonese e su tutto il territorio genovese, dalle 15 di oggi alle 15 di domani. Inoltre è stato prorogato lo stato di allerta 1 sul Tigullio e sullo Spezzino fino alle 15 di domani. La Protezione Civile regionale continua a essere presente in sala operativa e vi rimarrà fino alla fine dell’allerta. Viste le recenti piogge e tenuto conto della saturazione del suolo, resta alto il rischio frane.
E Trenitalia ha diffuso l’orario dei treni per domenica 19 gennaio (pdf ).
Sul caso della linea Italia - Francia bloccata per il deragliamento del treno tra Andora e Cervo , ilministro delle Infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi si è sentito telefonicamente con l’assessore ligure alle infrastrutture Raffaella Paita e ha deciso di convocare per la prossima settimana un vertice con gli amministratori di Trenitalia, di Rfi e con i rappresentanti della Regione.
«Ho parlato con il ministro Lupi ricordandogli che la linea ferroviaria transfrontaliera Italia Francia anche se per pochi chilometri è ancora monobinario, ha dichiarato anche il senatore ligure Maurizio Rossi. «Il ministro - scrive Rossi - mi ha assicurato che prenderà immediato contatto con le Ferrovie dello Stato e che fornirà quanto prima informazioni su come affrontare ora con determinazione la soluzione del problema». Mi auguro che se ne possa parlare già mercoledì prossimo, alla Commissione trasporti convocata su un altro tema relativo alla indagine conoscitiva sulle autostrade italiane».
Nel video di un lettore la frana tra Montalto e Carpasio, nell’Imperiese:
Pigna e Buggio non sono più isolate 
Non sono più isolate le mille persone a Pigna e Buggio, nell’imperiese dove numerose frane avevano invaso le carreggiate della strada provinciale e di quelle comunali. La Provinciale della val Nervia è percorribile solo dai mezzi di soccorso, ma è stata ripristinata una viabilità secondaria che permette ai residenti della zona di raggiungere la costa, ma con un tragitto di una ventina di km rispetto al transito sulla provinciale che è di sette. L’isolamento è durato per mezza giornata.

Savona, la Provincia chiede lo stato di emergenza 
La Provincia di Savona chiede lo stato di emergenza per il territorio messo in ginocchio dalle incessanti piogge di questi giorni che hanno mandato in tilt la viabilità soprattutto nell’Albenganese. Lo ha annunciato oggi pomeriggio l’assessore provinciale alla Protezione civile Roberto Sasso Dal Verme dopo essersi confrontato con il presidente Angelo Vaccarezza e dopo i sopralluoghi effettuati dall’assessore provinciale alla Viabilità Roberto Schneck.

«Il nostro territorio è stato interessato da fenomeni atmosferici che hanno provocato danni ingenti con frane e smottamenti non solo sull’Aurelia ad Andora, Alassio e Borghetto ma anche nell’entroterra, oltre al deragliamento del treno tra Andora e Cervo - hanno detto Dal Verme e Vaccarezza -. Se ci riconosceranno lo stato di emergenza per il territorio nella sua complessità anche gli enti come Anas e Ferrovie potranno agire più velocemente per ripristinare le condizioni di sicurezza di strade e ferrovie».
Il Codacons: «Serve una verifica della linea ferroviaria» 
Il Codacons chiede verifiche «urgenti sulla rete ferroviaria italiana», dopo l’incidente di ieri in cui è deragliato l’Intercity 660 Milano-Ventimiglia ad Andora. «Si tratta - spiega il presidente dell’associazione Carlo Rienzi - di una tragedia sfiorata e, in attesa che la magistratura chiarisca le cause dell’incidente e le relative responsabilità, non possiamo non chiederci quale sia il livello di sicurezza dei collegamenti ferroviari italiani. È necessario svolgere subito verifiche su tutta la rete per accertare quale siano le tratte ferroviarie che, in caso di maltempo, sono soggette a rischio frana, e intervenire con urgenza per la messa in sicurezza dei binari».

«I passeggeri del treno coinvolto nel deragliamento - conclude Rienzi - vanno inoltre risarciti per la paura subita e per i rischi corsi. In tal senso il Codacons si mette a disposizione dei viaggiatori per valutare le dovute azioni legali da intraprendere».
Briano: «Spero che il governo conceda lo stato di emergenza» 
«Il maltempo sta bersagliando la Liguria da ottobre scorso e alla luce di quanto avvenuto in queste ore sul territorio mi auguro che il Governo conceda lo stato di emergenza per dare una mano ai Comuni. Da parte nostra come Regione cercheremo di mettere delle risorse». Lo ha detto l’assessore alla protezione civile e all’ambiente della Regione Liguria, Renata Briano dalla sala della Protezione civile regionale, dove gli operatori stanno coordinando tutti i volontari per il monitoraggio del livello delle piogge e delle frane e le eventuali evacuazioni.

«Nelle ultime ore - ha spiegato Briano - si è registrata una nuova frana a Taggia, dove è stata evacuata una famiglia, ma si sono verificati miglioramenti che hanno consentito di riaprire la strada provinciale 64 diretta a Pigna per i mezzi di soccorso e l’Aurelia verso Bordighera». Secondo Briano persiste una situazione preoccupante sul Genovesato, lo Spezzino e sul Savonese almeno fino a domani che coinvolge gli stessi torrenti che stiamo monitorando in tempo reale».
Sei frane sull’Aurelia 
Sono sei le frane che da Ponente e levante bloccano la statale 1 dell’Aurelia in Liguria. Lo rende noto l’assessore alle infrastrutture della Regione Raffaella Paita che ha fatto il punto della situazione maltempo con l’Anas. Partendo da Ponente la prima frana è a Sanremo, poi a Capo Mele tra Laigueglia e Andora, la terza a Albenga, la quarta a Borghetto Santo Spirito. A Levante la quinta frana è in comune di Carrodano e la sesta tra Borghetto Vara e Padivarma.

La Regione Liguria, ha reso noto Paita, chiederà a ministero e Anas di rivedere i finanziamenti destinati agli investimenti per la manutenzione, assicurando l’impegno della Regione nei confronti delle concessionarie autostradali per venire incontro ai cittadini con l’esenzione dei pedaggi nelle tratte coinvolte dalla frane sulla via Aurelia.
Treni tra La Spezia e Corniglia, riprende la circolazione 
Torna alla normalità la circolazione ferroviaria sul tratto La Spezia-Corniglia, che ha subito rallentamenti da questa mattina a causa di forti infiltrazioni d’acqua in una galleria che hanno provocato un guasto nel sistema di distanziamento dei treni. Lo rende noto un comunicato di Fs.

Regione: cento frane, 200 sfollati e paesi isolati 
Sono oltre cento le frane che hanno colpito la Liguria negli ultimi due giorni e oltre 200 gli sfollati, anche in via precauzionale da Imperia alla Spezia. È il bilancio dell’assessore regionale alla protezione civile ligure Renata Briano, secondo cui la situazione è «particolarmente critica sulle strade imperiesi e nello spezzino».

Delle duecento persone evacuate 108 sono in provincia di Imperia, 78 in provincia della Spezia, e 50 in provincia di Genova. «Particolarmente critica - ha spiegato Briano - la situazione delle frane sulle strade imperiesi, a Pigna e nei comuni limitrofi e anche nello spezzino a Pignone,Beverino e Vernazza, dove nel frattempo si sono verificati nuovi smottamenti. Stiamo comunque seguendo tutto il territorio ligure grazie anche all’impegno di 600 volontari».
Per quanto riguarda la viabilità in provincia di Genova risulta interrotta la strada provinciale 225 in località Ferriere, nel comune di Lumarzo e chiuso il ponte di Carasco in località Cormoga. In provincia di Imperia nel comune di Sanremo è stata chiusa l’Aurelia a titolo precauzionale.
Inoltre è interrotta l’Aurelia bis nel Comune di Taggia in direzione della Francia.
Isolati i comuni di Castelvittorio e Pigna, i centri abitati Canneto nel Comune di Prelà, di Bussana Vecchia nel Comune di Sanremo, di Cengio nel Comune di Pontedassio e numerose sono le frane sulle strade comunali e sulla viabilità minore.
È stato ripristinato invece il collegamento per Montalto Ligure, in precedenza isolato. In provincia della Spezia è interrotta la strada comunale nel Comune di Levanto che si immette nella provinciale in località Sorlana e numerose le frane che hanno colpito il territorio.
In provincia di Savona si è verificata l’interruzione della SS1 Aurelia tra Andora e Laigueglia e tra Ceriale e Borghetto Santo Spirito, della strada provinciale 6 a monte dell’abitato di Villanova d’Albenga, della strada provinciale 13 tra Andora, Stellanello e Testico e l’interruzione della strada provinciale Allassio Testico.
Treno deragliato, resta bloccata linea per Francia 
Si prevedono tempi lunghi per intervenire sulla frana che ha fatto deragliare un treno ieri a Andora e di fatto troncato il collegamento ferroviario con la Francia. «Adesso non possiamo intervenire - ha detto il sindaco di Andora Franco Floris - perché l’intera area è sotto sequestro ma le verifiche geologiche saranno fondamentali anche per capire come fare a fermare la frana e a proteggere la linea ferroviaria. Temo però che i tempi saranno lunghi».

Ancora una frane nll’Imperiese 
Ancora una frana sull’Aurelia nell’imperiese dove continua a piovere. Stamattina, verso le 8 sull’Aurelia, tra Bordighera e Ospedaletti, è smottata una gran quantità di terre e roccia. La statale è stata chiusa e il traffico deviato sull’autostrada. Sul posto sono presenti vigili del fuoco e polizia municipale. Aurelia ancora chiusa anche a Sanremo per il pericolo frane. Chiusa la Statale anche a Borghetto Vara, nello spezzino, per un grosso movimento franoso.

Melgrati chiede pedaggi gratis in A10 dopo le frane 
Il capogruppo regionale di Forza Italia ed ex sindaco di Alassio Marco Melgrati in una lettera indirizzata al presidente della Provincia e vice presidente di Autofiori Angelo Vaccarezza e al presidente della Regione Liguria Claudio Burlando chiede che date le numerose frane che interrompono l’Aurelia l’autostrada dei Fiori sia provvisoriamente gratuita.


Nessun commento:

Posta un commento